#IODICONO: Diciamo NO al Referendum Costituzionale del 4 dicembre

Pubblicato il 25 ottobre 2016 · In Evidenza, Iniziative, Referendum
Share Post

leaderboard
perché
per cambiare l’Italia dobbiamo attuare la Costituzione, non modificarla.

perché la modifica della Costituzione non è una priorità del popolo italiano.

perché non voglio che ci governi un partito di minoranza, come accadrebbe se andassero in porto riforma elettorale e modifica della Costituzione.

perché la nuova Costituzione rafforza la cessione di sovranità all’Unione Europea.

perché un parlamento eletto con una legge elettorale incostituzionale non può riformare la Costituzione.

perché attraverso un senato non eletto dal popolo passeranno le ratifiche delle decisioni imposte dalla Ue.

perché un Senato non eletto dal popolo potrà modificare la Costituzione.

perché legge elettorale e deforma costituzionale sono da respingere in blocco. Il no fa fuori anche l’Italicum, pensato solo per la Camera.

perché il loro progetto prevede che tutti i senatori e la maggioranza dei deputati siano nominati dai partiti.

leaderboard
perché
questa riforma non affronta i nostri veri problemi.

perché per risparmiare potevano dimezzarsi lo stipendio.

perché non deve essere il governo a cambiare la Costituzione.

perché la deforma mi toglie il diritto di votare direttamente i senatori.

perché non mi fido del governo Renzi, un governo sostenuto da una maggioranza non eletta dai cittadini.

perché è una deforma che divide il popolo.

perché niente genera più instabilità che abituare il popolo a una Costituzione di parte, nelle mani di chi ha un numero in più in parlamento.

perché se vinceranno loro, non si fermeranno: prevedo una nuova aggiustata alla Costituzione con i numeri della sola maggioranza.

perché nessuno ha dato il mandato a Napolitano e Renzi di cambiare la Costituzione.

perché la sovranità appartiene al popolo e questa deforma ce ne toglie un altro pezzo.
leaderboard
perché nel programma del Pd non c’era questa modifica della Costituzione.

perché l’ultima parola spetta al popolo e non voglio sprecare questa rara occasione che ci è concessa per dire di No.

perché il referendum costituzionale non prevede il quorum. Chi non sta al loro gioco deve andare a votare e votare no.

perché in questo parlamento siedono 260 voltagabbana, molti dei quali hanno cambiato prima il loro partito e poi la nostra Costituzione.

perché il risultato di Italicum e deforma sarà soltanto la concentrazione del potere nelle mani del governo.

perché il risultato di Italicum e deforma sarà la concentrazione del potere di governo nelle mani del capo del partito di minoranza vincente.

perché legge elettorale e deforma costituzionale sono due parti di un unico disegno di potere che prevede la gestione di modiche quantità di popolo.

perché è una tragica illusione pensare di governare la crisi con il consenso di una minoranza di popolo.

perché questo governo ne ha combinate troppe per dirgli di sì.
leaderboard
perché
è più forte di me: non riesco a dire sì a uno come Verdini!

perché a chiedermi il si sono Marchionne, la Merkel, le banche di affari e le agenzie di rating. Scusate ma non mi fido.

perché non è tecnicamente vero che il nuovo senato sarà rappresentativo delle autonomie locali, come dicono.

perché aumentano da 50 mila 150 mila le firme necessarie per le proposte di legge di iniziativa popolare.

perché non è vero che questa è l’ultima occasione per cambiare l’Italia.

perché la riforma è piena di errori e contraddizioni. Che c”entrano cinque senatori di nomina presidenziale in un senato delle autonomia territoriali, per esempio?

perché i nuovi senatori avrebbero l’immunità parlamentare anche se non eletti dal popolo.

perché il partito di governo potrebbe votarsi da solo il prossimo presidente della repubblica.

perché il prossimo presidente della repubblica sarebbe in ostaggio del capo del governo, che con i numeri della sola maggioranza alla Camera potrebbe metterlo in stato d’accusa.

perché il governo potrebbe decidere al posto delle regioni su tutte le questioni più importanti che riguardano i territori, senza un rapporto diretto con la popolazione locale.

leaderboard

perché i poteri della finanza vogliono al governo un amministratore delegato che spiani la strada a privatizzazioni e smantellamento dello stato sociale: ecco perché sono tutti per il sì.

perché la deforma complica ancora di più l’iter delle leggi. Altro che semplificazione!

perché noi non abbiamo bisogno di più leggi ma di leggi migliori.

perché la legge contro la corruzione è ferma da quasi tre anni, mentre la legge Fornero è stata approvata in pochi giorni. Non c’entra il bicameralismo perfetto, ma la volontà politica.

perché voglio una politica al servizio dei cittadini e non delle lobby d’affari.

perché ho provato a leggere la riforma e non ci ho capito nulla.

perché sono contro la democrazia in mano a un Capo e al suo cerchio magico.

perché una Costituzione scritta male è una Costituzione pensata male.

perché è una schiforma pensata solo per gli interessi immediati di chi l’ha imposta al paese.

perché è una deforma imposta al paese da Napolitano e dai suoi referenti internazionali.

leaderboard
perchè
nel Manifesto dei Valori del Pd c’è scritto che non si deve cambiare la Costituzione a colpi di maggioranza. L’ha scritto Mattarella.

perché se Napolitano è il vero leader del Nuovo, mi sa che il Nuovo è vecchio e il tutto è falso.

perché pure Napolitano nel 2006, contro la deforma di Berlusconi, diceva che non si deve cambiare la Costituzione a colpi di maggioranza.

perché in tutta questa operazione di potere si percepisce un nauseabondo odore di massoneria.

perché mi spaventa questo diabolico mix di malafede e incompetenza.

perché gli autori di questa deforma non sono credibili: semplice no?

perché “basta un si” lo dicono sempre i truffatori, gli addetti al telemarketing e i venditori petulanti e disonesti.

perché Renzi e Napolitano hanno fatto una legge elettorale su misura per il pd. E ora vogliono cambiarla per paura di perdere al ballottaggio.

perché hanno forzato l’art. 138 della Costituzione con tante modifiche diverse che ci chiedono di approvare in blocco, come se il referendum fosse un plebiscito o un voto di fiducia.

perché Renzi prima ha promesso che in caso di vittoria del no avrebbe chiuso con la politica e ora, per paura di perdere il referendum, s’è rimangiata la parola.

leaderboard
perché
hanno trasformato perfino la scheda elettorale in un volantino di pubblicità ingannevole.

perché è insopportabile la malafede di chi dice: basta un sì “per ridurre il numero di politici”.

perché a conti fatti il risparmio è di un caffè a testa per ogni italiano. Troppo poco per venderci il diritto di voto.

perché ho letto l’articolo 70 e ho capito solo una cosa: diventa tutto più complicato.

perché non ho capito il motivo per cui non hanno dimezzato il numero di deputati e senatori. O forse l’ho capito ed è l’ennesima furbata.

perché il cambiamento non è un bene in sé, infatti si può sempre peggiorare: come in questo caso.

perché non voglio lasciare ai miei figli una repubblica rifondata su mandato della banca d’affari JP Morgan.

perché le banche d’affari e le società finanziarie che hanno truffato i risparmiatori sono tutte per il Sì.

perché il potere sarà sempre più in mano a pochi e il popolo non conterà più niente!

perché la Costituzione si può modificare, ma per estendere i diritti, non per restringerli. Per allargare la partecipazione, non per limitarla.

leaderboard
perché
la Costituzione si può modificare, ma con un altro metodo, in un altro contesto, da parte di un altro parlamento legittimato dal voto popolare.

perché non si può tener fermo un Paese sulla riforma della Costituzione con 11 milioni d italiani che non si possono più curare.

perché non si può bloccare il parlamento per mesi di fronte a una crisi economica che il governo non riesce ad affrontare.

perché si passa dal bicameralismo perfetto al bicameralismo confuso.

perché non tutti i modi per superare il bicameralismo sono ugualmente validi. Quello scelto è pessimo.

perché ci saranno molti più conflitti di attribuzione fra camera e senato e quindi l’iter delle leggi sarà più lento, costoso e complicato.

perché se camera e senato avranno maggioranze politiche diverse si bloccherà tutto.

perché lo statuto per le garanzie delle minoranze lo farà la maggioranza dopo aver vinto le elezioni.

perché hanno riempito la Costituzione di annunci e di enigmi, per esempio nessuno sa di preciso come verrà eletto il senato.

perché invitano in tv De Mita, D’Alema e Cirino Pomicino a fare i testimoni del No per farci credere che la partita è fra vecchio e nuovo. Furbi, no?

leaderboard
perché
se vince il no non vince Salvini o Grillo. Vince la Costituzione.

perché vogliono metterci paura con la storia della Brexit.

perché non c’è nessuna relazione fra vittoria del Sì e ripresa economica.

perché se vince il no non ci sarà nessuna apocalisse, come vogliono farci credere per indurci a votare sì.

perché Benigni sotto sotto ci spera anche lui. Ma forse non può dirlo.

perché il referendum riguarda la Costituzione, non le convenienze politiche di questo o quel partito, di questo o quel politico.

perché non si può imputare alla Costituzione colpe che sono tutte e sole di una classe politica corrotta e incapace.

perché è così evidente che ci stanno fregando anche stavolta. Dai non lasciamoci ingannare!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...