Rinviata ad aprile la scadenza della seconda rata TARES

Pubblicato il 19 gennaio 2014 · In Evidenza
Share Post

taresIl 16 dicembre scorso avevamo chiesto all’Amministrazione comunale di Favara di dilazionare e prorogare ulteriormente la rata a saldo del “servizio” TARES. Ieri, 18 gennaio, con un manifesto murale il sindaco Manganella, ha informato i cittadini che: “tenuto conto della grave situazione  economica a causa tra l’altro della mancanza di occupazione nella quale versano parecchie famiglie, prive da un reddito di lavoro, informa i cittadini che si trovano in questa situazione che è possibile versare l’ultima rata TARES 2013, oltre la scadenza del 27 Gennaio 2014 e, comunque, entro il mese di Aprile senza ulteriori oneri aggiuntivi”.

Questo non è il massimo, che ci aspettavamo, ma è una risposta positiva alla grave crisi che investe le famiglie della nostra città. Il sindaco, giustamente, afferma che “i cittadini che trovansi in stato di disagio economico, se vogliono possono autodeterminarsi, rateizzando l’importo da pagare.” Accade che, strano a dirsi, di solito sono le fasce sociali meno abbienti a voler (qualora ne fossero minimamente in grado) pagare tutto e subito (bollette, tributi, tasse e avvisi di qualsiasi tipo). Quindi si poteva dar avviso con più anticipo, non 9 giorni prima della scadenza della seconda rate TARES.

Il manifesto, inoltre, rinvia “l’avviso bonario” quindi chi vuol concedersi ancora un po’ di tempo può sempre attendere la notifica a mezzo raccomandata A/R, senza mora aggiuntiva, come riportato qui

Giornale di Sicilia del 19/01/2014

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...